DivAirCity H2020

Orvieto

Informazioni su Orvieto

Orvieto ha origini etrusche molto antiche e poche tracce che risalgono al IX secolo a.C.. Si trova su un tavolato naturale di una collina tufacea alta 150 metri con numerose grotte artificiali scavate durante lo sviluppo della città nel corso dei secoli, che hanno fornito sabbia, tufo e travertino per gli edifici. Le grotte venivano utilizzate anche come deposito d’acqua e come stalle per gli animali, o in alcuni casi come luoghi in cui gli artigiani potevano esercitare la loro arte (fabbricazione di corde, ceramica, ecc.). Una menzione speciale va al Pozzo di San Patrizio, una rara opera architettonica realizzata da Antonio San Gallo e ispirata alla “Chiocciola del Belvedere” in Vaticano.

Le sue caratteristiche architettoniche hanno inserito la città nella “Tentative List of State Parties” dell’UNESCO a partire dal 2006.

Orvieto ha circa 20.000 abitanti ed è una delle città più grandi della regione Umbria, nell’Italia centrale.

Riproduci video

Perché è stata scelta come "Città Pilota

Orvieto è una piccola città italiana, ma molto vicina a Roma e che soffre dell’inquinamento atmosferico dell’area metropolitana. Orvieto ha una forte scena culturale, patrimoniale e turistica. Orvieto era membro del Patto dei Sindaci, ma è disposta a rientrare se il progetto verrà aggiudicato. La città non dispone di un ufficio per la diversità e l’inclusione sociale, ma è anche disposta a crearne uno.

L’obiettivo principale della città è che l’intervento contribuisca alle azioni già in atto a Orvieto.

Orvieto è impegnata a migliorare la qualità dell’aria per migliorare la salute dei cittadini e limitare le emissioni di inquinanti e gas serra utilizzando le NBS.

Area di intervento

A Orvieto l’area di intervento individuata è nel quartiere di Orvieto Scalo, crocevia tra l’uscita dell’Autostrada A1 e le aree periferiche, che collega i quartieri residenziali con quelli industriali. In particolare, è stato scelto un parco situato vicino alle strade principali e alla scuola elementare: vi si accede attraverso percorsi pedonali, tra cui un tunnel sotto la ferrovia che collega due diverse aree del quartiere. Il parco è tuttora caratterizzato da inquinamento acustico e atmosferico (a causa della presenza di una strada di traffico adiacente) e da scarsa manutenzione. Potrebbe fungere da collegamento tra un’area residenziale (con la presenza di gruppi vulnerabili) e la scuola, evitando un traffico pericoloso e inquinante. Tuttavia, in questo momento non è percepito come piacevole e sicuro. Inoltre, in estate è esposta al sole, il che la rende molto calda.

L’intervento vuole migliorare il parco e la sua percezione da parte dei cittadini, al fine di reindirizzare i loro flussi verso aree meno inquinate. Ciò avverrà riducendo l’esposizione all’inquinamento acustico e atmosferico, introducendo zone d’ombra e creando giochi inclusivi, aree per gli animali ed esperienze sensoriali. Il tunnel sotto la ferrovia sarà migliorato con nuove luci e nuovi colori.

Attività in città

Le attività ad Orvieto saranno caratterizzate da:

  • attività di co-creazione e co-progettazione adatte a tutti (tra cui gare di orienteering, passeggiate su ruote, sharing wall). Per assicurarsi che i gruppi più vulnerabili siano inclusi in queste attività, l’amministrazione comunale ha attivato il cosiddetto “Patto di Collaborazione”, un quadro legislativo che consente alle autorità pubbliche di lavorare con le ONG e la società civile. Sei organizzazioni non profit che rappresentano le minoranze e i gruppi vulnerabili lavorano a stretto contatto con Orvieto e i partner italiani per realizzare le attività di co-creazione.
  • raccolta e analisi dei dati in modo inclusivo, con particolare attenzione alle lacune dei dati
  • monitoraggio e valutazione dell’intervento dal punto di vista ambientale, economico, sociale e sanitario attraverso l’utilizzo di sensori di inquinamento atmosferico forniti da CNR e Airly e delle metodologie EOV
  • lo sviluppo di modelli di business per l’intervento e la creazione di un’app dedicata DivAirCity, basata su tecnologie blockchain.

Orvieto Scalo

Riduzione dell’esposizione all’inquinamento acustico e atmosferico,
introduzione di aree ombreggiate e creazione di giochi inclusivi,
aree animali ed esperienze sensoriali.
Il tunnel sotto la ferrovia sarà migliorato con nuove luci e nuovi colori.

Skip to content